Sito sperimentale
per lo Studio della
Didattica Collettiva
e della Museologia
della società
INFOGESTIONE
 
 

Dalla redazione
Percorsi sonori
a cura della redazione di Network Museum

La via, il tentativo, che ci siamo proposti di seguire è quello di includere, passo dopo passo tutti gli aspetti della nostra sensorialità, passando, per gerarchia di risultato, da quelli emotivi sino a giungere a quelli più prettamente cognitivi, ripartendo poi da questi ultimi, per rimodularne le varie sfaccettature, che le neuroscienze stanno evidenziando. Il principio di fondo, nonché obiettivo ultimo, è: "una didattica, una modalità cognitiva, per ogni encefalo".

Abbiamo riportato un passaggio della copertina di Network Museum del novembre 2015, a firma Gian Stefano Mandrino, proprio per presentare questa nuova iniziativa del nostro sito, che sarà curata da Stefano Iatosti, filosofo, insegnante, specializzato in didattica musicale.

È, come annunciato dalla copertina citata, il primo di una serie di approfondimenti, che vogliono agire secondo due direttive, strettamente collegate alla sensorialità, ed in questo specifico caso all'udito, alla sonorità ed alla musica.

Innanzi tutto ci siamo chiesti come poter estrapolare, sensorialmente parlando, qualcosa per riportarci alle atmosfere, di cui sovente, se non sempre, le opere d'arte sono vettore. In secondo luogo ci siamo posti il problema dell'interpretazione "organolettica" di ciò che esse propongono.


La musica è stata la prima risposta ai nostri quesiti, anche perché forse la più immediata, a cui abbiamo potuto fare ricorso
, poiché soddisfa al tempo stesso il requisito sensoriale, quello interpretativo e quello cognitivo. Ovviamente quanto proposto nel corso di questa sezione rappresenta solo l'inzio della nostra indagine sulla sensorialità, che è facile pensare possa divenire una ulteriore occasione di studio sul rapporto tra le varie arti e modalità di espressione culturali. A questa faranno seguito osservazioni e sperimentazioni, fruendo delle notevoli possibilità offerte dalla tecnologia. A titolo di esempio, perfettamente calzante, abbiamo segnalato la mostra multimediale su Van Gogh in corso a Torino, dal titolo "Van Gogh Alive - The Experience", caratterizzata dal fatto di suscitare emotività attraverso la proiezione delle opere del maestro, senza alcuna presenza fisica delle stesse evocate dalle immagini. Pur con i dovuti distinguo di intenti e di metodo è facile evincere l'esigenza del sistema museale ed espositivo di porsi quesiti, al di là della mera opportunità sensazionalistica (che facilmente potrebbe, se mal gestita, rovinare in formule da "baraccone"), sul problema di ciò che in INFOGESTIONE individuiamo e denominiano come "trasferimento sensoriale - emotivo - cognitivo", definendone pregi, criticità ed etica interpretativa, aprendo scenari epistemologici e didattici estremamente utili per l'ambito dello studio della propagazione culturale e della funzione della stessa cultura.

Mai come in questo ambito è necessaria la condivisione e la partecipazione di tutti coloro che sono sensibili a questo delicatissimo aspetto della gestione culturale, invitando i nostri visitatori al primo appuntamento con le atmosfere settecentesche, attraverso le quali Stefano Iatosti ci sta conducendo, prorpio con l'incontro del Concerto in fa maggiore per tre violini, archi e basso continuo, RV 551" di Antonio Vivaldi con la tela, intitolata "Il concertino", di Pietro Longhi.

A tutti i nostri auguri di buona "organoletticità"!


Fonti, approfondimenti e collegamenti inerenti il tema
- "Il concertino" di Stefano Iatosti: http://www.networkmuseum.com/PERCORSI%20SONORI/160421-TORINO-CONCERTINO-160421/CONCERTINO.htm
- Stefano Iatosti: http://www.networkmuseum.com/AUTORI/IATOSTI%20STEFANO/IATOSTI%20STEFANO.htm
- "Sensi ed apprendimento" di Gian Stefano Mandrino: http://www.networkmuseum.com/COPERTINA/151115-TORINO-SENSI%20APPRENDIMENTO-151115/SENSI%20ED%20APPRENDIMENTO.htm

Esprimete il vostro parere e condividete questi contenuti

Coordinate di questa pagina.
Titolo: "Percorsi sonori" - Codice: I130607.0827.DDC.AP.man/INET1604271000MANa1 - Autore: Network Museum - Ultimo aggiornamento:27/04/2016
00
NETWORK MUSEUM
Questo sito è di proprietà della società INFOGESTIONE di Gian Stefano Mandrino & C. s.a.s.
sede legale: via Bardonecchia, 93 - 10139 - Torino - Italia - tel.: 0039 - 011 - 3835724
Partita IVA/Codice Fiscale: 07241240014 - REA: 876784

http://www.infogestione.com
- infogestione@infogestione.com
Proprietà intellettuale della società INFOGESTIONE s.a.s.: tutti i diritti sono riservati.


RESPONSABILITÀ - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI "PRIVACY" - NOTE LEGALI